Perdita bonus prima casa: risponde anche il venditore

Per la Cassazione, non sempre vi è responsabilità esclusiva dell’acquirente

Per l’acquisto di una abitazione come prima casa la normativa vigente prevede alcune agevolazioni, che possono essere revocate in caso di non sussistenza dei requisiti richiesti. Qualora le cause che abbiano portato alla revoca del bonus prima casa siano non imputabili all’acquirente, però, a pagare in solido è anche il venditore. È quanto chiarito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 24400/2016 depositata in data 30 novembre 2016.