Trascrizione del compromesso, obblighi del notaio

Tutte le volte in cui si decide di trascrivere il compromesso per la compravendita di un immobile, il notaio delegato di tale adempimento deve avvisare le parti che, dopo tre anni, la trascrizione perde efficacia e che, alla scadenza di tale periodo, è necessario rinnovarla. Se non esegue questo avviso il professionista è responsabile e paga gli eventuali danni subìti dall’acquirente. È quanto chiarito dalla Cassazione con una recente sentenza [1].

La registrazione del compromesso è obbligatoria, serve per garantire una data certa alla scrittura privata e va fatta, presso l’Agenzia delle Entrate, entro 20 giorni dalla stipula del contratto.