Lavori in casa: permesso del Comune e autorizzazione del condominio

Il rilascio del permesso di costruire, da parte dell’ufficio del Comune, non può essere subordinato al deposito del parere positivo dell’assemblea di condominio.

Se vuoi fare lavori in casa o al di fuori del tuo appartamento e, per metterti in regola, devi chiedere il permesso al Comune, quest’ultimo non può subordinare il rilascio del «nulla osta» all’approvazione dei predetti lavori da parte del tuo condominio. Difatti il rispetto delle leggi urbanistiche e delle norme del codice civile sono binari paralleli che non si toccano: la verifica delle prime spetta appunto al Comune, mentre per le seconde l’iniziativa è lasciata ai privati. L’amministrazione non può mettere bocca nei rapporti con gli altri proprietari dell’edificio, sul rispetto delle regole relative alla stabilità e all’estetica del palazzo, sull’osservanza delle distanze minime di legge, ecc.