Il problema della solvibilità del debitore straniero

Quando si decide di instaurare una relazione d’affari con un nuovo soggetto e soprattutto quando si vuole stabilire un rapporto di collaborazione di media-lunga durata (com è quello tra il produttore/esportatore ed i suoi rappresentanti o distributori) è fondamentale accertarsi della serietà e credibilità commerciale del proprio potenziale partner.

Ma non meno importante è, da un punto di vista pratico, accertare la solvibilità di colui che, appunto, potrebbe diventare il proprio futuro debitore.

Prima ancora di aver sottoscritto un qualunque contratto quindi, è estremamente utile verificare la capacità della propria controparte di risarcire i danni derivanti da un suo eventuale e futuro inadempimento contrattuale.

Una tale affermazione può sembrare banale ma in realtà acquista particolare importanza nel commercio internazionale, dove le parti hanno nazionalità diversa e dove il patrimonio del debitore, posto a garanzia delle obbligazioni da esso contratte, si trova per lo più in un paese straniero.